Quanto costa il modulo ESTA?

Valutazione: 4.11 9 voti
Quanto costa il modulo ESTA?

Da ormai alcuni anni, tutti i viaggiatori che vogliano recarsi sul suolo statunitense devono preventivamente richiedere un'autorizzazione di viaggio alle autorità statunitensi. Il modulo ESTA da compilare a tale fine è a pagamento. Per saperne di più sul costo del modulo e delle eventuali altre spese connesse, ecco alcune spiegazioni a giustificativo delle spese amministrative richieste.

 

Il costo della domanda di autorizzazione ESTA

Prima di tutto bisogna sottolineare che il modulo ESTA in sé non è a pagamento. Ciò che si paga è la convalida della propria domanda ESTA ed il suo invio alle autorità statunitensi oltre, ovviamente, al trattamento della domanda stessa.

Quindi non sarà richiesto alcun pagamento finché non avrete completato e verificato la vostra domanda. Una volta compilato il modulo, si deve procedere al pagamento online di una cifra che varia da un sito all'altro ma che non supera comunque mai i 60 €  per viaggiatore.

 

A cosa corrisponde il costo del modulo ESTA?

Per meglio comprendere perché si debba pagare una somma specifica in relazione alla propria domanda ESTA è sufficiente considerare che ogni pratica amministrativa ingenera delle spese legate al trattamento della pratica stessa.

Le autorità statunitensi incaricate della valutazione delle domande ricevono infatti ogni giorno migliaia di moduli di cui devono analizzare le risposte per decidere se rilasciare o meno un'autorizzazione di soggiorno negli Stati Uniti. Ciò richiede del tempo e, ovviamente, l'impiego di un certo numero di numero di impiegati stipendiati da parte del governo statunitense. É quindi normale che quest'ultimo, per coprire questi costi, richieda alle persone che effettuano una domanda di ESTA il pagamento delle spese.

Inoltre i siti, come il nostro, sui quali si trovano dei moduli per chi parla italiano, fissano dei prezzi che variano da caso a caso. Una parte di tali costi è ovviamente riservata agli USA per il trattamento della pratica e un'altra serve a retribuire il servizio fornito. Nel nostro caso, oltre a mettere a disposizione il modulo e a trasmetterlo alle autorità statunitensi e la possibilità di modificare la propria domanda online se necessario. Il tutto per soli 55 €.

 

La tariffa per i moduli ESTA cambierà in futuro?

Se avete già effettuato una richiesta ESTA in passato, sappiate che non avete alcun obbligo di pagare di nuovo la tariffa pagata inizialmente se certe condizioni sono rispettate. È necessario infatti che la vostra domanda iniziale risalga a non più di 2 anni e che la vostra situazione sia inalterata.

Si noti anche che se la vostra prima domanda di ESTA è stata rifiutata dai servizi dell’immigrazione avete la possibilità di ripeterla riempiendo un nuovo modulo 10 giorni dopo la notifica di tale rifiuto. Dovrete allora pagare di nuovo la tariffa iniziale del modulo.

 

I mezzi di pagamento accettati per pagare il modulo ESTA

Per saldare quanto richiesto dal prestatore di servizi al momento della validazione del modulo ESTA, spesso potete utilizzare diverse modalità di pagamento come il bonifico bancario e la carta bancaria. Ma i pagamenti per carta sono preferibili perché più rapidi e più sicuri.

Se si inoltra la propria domandi di autorizzazione soltanto pochi giorni prima della data della partenza, questa soluzione eviterà inconvenienti perché se un bonifico non dovesse arrivare in tempo sul conto del fornitore di servizi la domanda non potrà essere inoltrata e non sarà quindi convalidata prima della partenza.

 

Esistono tariffe speciali per alcuni viaggiatori per gli Stati Uniti?

Alcuni prezzi sono spesso ridotti per alcune persone in relazione ai loro redditi, alla loro situazione professionale o alla composizione della loro famiglia ma purtroppo non è questo il caso del modulo ESTA.

Poiché ogni dossier di domanda ESTA deve assolutamente essere verificato integralmente dalle autorità statunitensi, infatti, il suo costo rimane lo stesso quale che sia il viaggiatore. Qualunque persona inoltri una domanda di autorizzazione a soggiornare negli Stati Uniti deve pagare l’integralità delle spese obbligatorie della pratica che permettono di trattare la domanda nel minor tempo possibile oltre alle spese che coprono il servizio reso dal sito che mette a loro disposizione il modulo in italiano e lo trasmette elettronicamente alle autorità incaricate dell’immigrazione.

Sebbene esista la possibilità di inoltrare una domanda di autorizzazione ESTA raggruppata per gli USA registrando così diversi viaggiatori che vi accompagnano o membri della vostra famiglia, questo tipo di domanda non dà diritto a nessun tipo di riduzione al momento del pagamento delle spese.

Lo stesso vale per i moduli ESTA riempiti allo scopo di effettuare un semplice scalo o un transito in territorio statunitense. Il lavoro di verifica è infatti lo stesso e richiede lo stesso tempo e l’attivazione delle stesse strutture.

Precisiamo infine che i bambini, anche piccolissimi, devono comunque avere un’autorizzazione ESTA per recarsi negli USA anche se accompagnati dai genitori e sarà quindi necessario pagare le spese di ciascuno dei loro dossier di domanda di autorizzazione ESTA.

 

Il costo per il modulo ESTA è meno elevato che per le altre pratiche?

Come senz’altro saprete, esiste un altro modo di recarsi negli Stati Uniti e avere il diritto di soggiornare nel paese ovvero il visto. Di solito i viaggiatori che possono usare il sistema ESTA preferiscono seguire questa procedura piuttosto che inoltrare una domanda di visto che richiede di completare un dossier, includente diversi documenti, molto più ostico e lungo. Ma questa non è la sola differenza tra l’autorizzazione ESTA e il visto.

Il costo delle due procedure, infatti, è molto diverso e l’autorizzazione ESTA è molto meno cara del visto. Bisogna infatti sapere che una domanda di visto classico costa tra i 130€ e i 260€ a seconda della condizione del richiedente e richiede diverse settimane prima dell’ottenimento dell’autorizzazione al viaggio.

L’autorizzazione ESTA costa molto meno perché le spese richieste non superano quasi mai i 70€ a persone, e quindi a dossier.

I viaggiatori che possono scegliere tra l’inoltrare una domanda di autorizzazione ESTA online ed una di visto in ambasciata hanno quindi tutto l’interesse ad optare per la prima soluzione per alleggerire i costi della loro pratica amministrativa risparmiando tempo prezioso ed ottenendo una risposta in un tempo massimo di 72 ore.

 

Bisogna sostenere altre spese oltre al prezzo dell’autorizzazione ESTA? In quali casi?

Se si effettua una domanda di autorizzazione ESTA sul nostro sito, bisogna pagare delle spese per un importo di 55€ per persona indipendentemente dal numero di viaggiatori. Di norma, se si segue correttamente la procedura prevista, non c’è nient’altro da pagare per ottenere l’autorizzazione di soggiorno ma, in caso contrario, questa pratica potrebbe costare più cara.

È in particolare il caso se, compilando il modulo di domanda, si commettono degli errori che richiedono una correzione. Infatti, una volta convalidata, la domanda non può più essere modificata ed è necessario rifare una domanda completa pagando nuovamente tutte le spese richieste. È quindi vivamente consigliato effettuare la propria domanda di autorizzazione ESTA in un contesto di calma per lasciarsi il tempo di leggere con attenzione ognuna delle domande del modulo e di rispondere in maniera coerente e senza errori. Si pensi a verificare attentamente il numero del proprio passaporto ed il proprio indirizzo e-mail prima di convalidare definitivamente la domanda.

Una volta ottenuta l’autorizzazione ESTA, si consiglia di conservare il numero di dossier che potrebbe servire in caso di problemi.

Per certi specifici errori si ha comunque la possibilità di apportare delle modifiche al proprio dossier in maniera gratuita. È il caso in particolare della destinazione del viaggio, della compagnia aerea che si intende utilizzare o il numero del volo. Senza spese supplementari, è anche possibile modificare il proprio indirizzo e-mail. Al contrario, le informazioni personali come il numero del passaporto, nome, indirizzo o data e luogo di nascita non possono essere modificati senza pagare tutte le spese. Per effettuare tali modifiche bisogna accedere alla propria domanda tramite il numero di pratica che si è ricevuto ed effettuare un aggiornamento. In caso di modifiche sostanziali della propria domanda, bisognerà riprendere le pratiche dall’inizio compilando interamente un nuovo modulo.

Il rifiuto di autorizzazione ESTA in seguito ad un errore da parte del viaggiatore non impedisce di norma l’effettuazione di una nuova domanda ma sarà necessario attendere almeno 10 giorni dalla notifica. Anche in questo caso sarà necessario pagare nuovamente per l’autorizzazione ESTA perché la domanda verrà di nuovo interamente studiata e sottoposta alle autorità competenti.

Riassumendo, per non dover pagare delle spese supplementari per ottenere l’autorizzazione al viaggio ESTA, si raccomanda prima di tutto di rispondere con cura ed attenzione alle domande del modulo di domanda online e di verificare tutte le risposte prima di procedere alla convalida tramite il pagamento delle spese.

 

Che succede se il costo dell’ESTA non viene addebitato sul proprio conto?

Logicamente, se si utilizza la propria carta di credito per saldare l’importo della domanda di ESTA si viene immediatamente informati sul successo o fallimento della transazione. Tuttavia, alcuni viaggiatori che non hanno ricevuto risposta alla propria domanda entro un tempo di 72 ore, si rendono conto che l’importo della transazione non è stato addebitato sul loro conto e devono riprendere la pratica dall’inizio. Infatti, senza un effettivo pagamento delle spese, la pratica non viene trasmessa alle autorità dell’immigrazione statunitensi e la domanda non sarà quindi studiata.

È il motivo per cui consigliamo di ben verificare che, dopo aver inviato la domanda, sul conto corrente o sul conto della carta di credito sia stato addebitato l’importo di 55€. Se tale somma è stata correttamente addebitata e non si è ricevuta risposta entro 72 ore, verificare la cartella della posta indesiderata e l’indirizzo e-mail fornito al momento della domanda.

Ovviamente, se il conto dovesse essere privo di liquidità o se non si è seguita fino in fondo la procedura di pagamento, l’addebito non ha potuto essere effettuato e non ci sarà altra scelta che compilare nuovamente la richiesta di autorizzazione ESTA rispondendo ancora una volta a tutte le domande ed effettuando nuovamente la procedura di pagamento del prezzo dell’autorizzazione ESTA.

Fare la propria domanda ESTA