ESTA: il documento per andare a New York

Valutazione: 4.08 25 voti
ESTA: il documento per andare a New York

New York è una delle mete americane preferite dagli europei, e a ragione! Chi non avrebbe voglia di un soggiorno da sogno nella capitale del mondo, in mezzo ai grattacieli, e di fare una passeggiata nel celebre Central Park? Ma sebbene oggi sia facile andare a New York in poche ore, è importante non dimenticare le formalità e i documenti necessari all’ingresso in territorio statunitense. Il documento più importante per farlo è senz’altro l’ESTA di cui vi parliamo ora in dettaglio.

 

In cosa differiscono la pratica amministrativa dell’ESTA e la domanda di visto?

L’ESTA è un’autorizzazione al viaggio elettronica finalizzata ad esentare dal visto alcuni viaggiatori. L’utilizzo di questo procedimento per preparare un viaggio a New York è infatti leggermente differente dalla lunghissima trafila amministrativa della domanda di visto.

I viaggiatori che possono beneficiare del programma di esenzione dal visto ESTA possono infatti sbrigare la propria pratica online in pochi minuti ed ottenere una risposta alla propria domanda tramite e-mail entro 72 ore al massimo. L’ESTA è quindi molto più semplice e rapida rispetto alla domanda di visto.

Per ottenere un’autorizzazione ESTA, infatti, basta farne domanda online compilando un modulo come quello che si può trovare nel nostro sito. Tale domanda dovrà essere convalidata tramite il pagamento delle spese di trasferimento e di trattamento della pratica utilizzando una carta di credito o un portafoglio elettronico Paypal.

Contrariamente al visto tradizionale, quando si ottiene un’autorizzazione al viaggio ESTA non si riceve nessun documento materiale. L’autorizzazione al viaggio viene infatti associata per via informatica al passaporto elettronico o biometrico del richiedente che sarà così l’unico documento da presentare al momento del viaggio.

Ci sono anche altre differenze tra la pratica amministrativa dell’ESTA e quella del visto. Per esempio, per una domanda di autorizzazione ESTA non c’è bisogno di inviare nessun tipo di documento cartaceo né giustificativi: tutto si svolge online tramite una semplice dichiarazione.

 

Chi può utilizzare la pratica amministrativa dell’ESTA per andare a New York?

Come abbiamo detto, per i viaggiatori che possono profittarne, la procedura di richiesta di autorizzazione elettronica al viaggio ESTA presenta molti vantaggi rispetto ad una domanda di visto. Ma chi può effettivamente beneficiare di questa esenzione dal visto? Il dispositivo ESTA si rivolge ad una certa categoria di viaggiatori che devono soddisfare alcune condizioni di base di cui ecco il dettaglio:

  • La nazionalità e la residenza. Per beneficiare dell’ESTA e non dover richiedere il visto per andare a New York è prima di tutto necessario essere cittadini di uno dei 22 paesi membri di tale dispositivo, tra cui l’Italia, e risiedervi in maniera permanente. I viaggiatori in provenienza da altri paesi devono fare una domanda di visto.
  • La durata del soggiorno. L’autorizzazione elettronica al viaggio ESTA riguarda solamente i soggiorni di breve durata che non superino i 90 giorni sul suolo statunitense. Per soggiorni superiori a questa durata sarà necessaria una domanda di visto specifico.
  • Motivo del viaggio. L’ESTA consente di recarsi a New York per vari motivi come, ovviamente, il turismo, una visita ad amici o parenti o un viaggio di lavoro. Non può però sostituire il visto se si ha in programma di andare negli USA per lavorarci o per seguire degli studi.
  • Il possesso di un passaporto. Come detto in precedenza, l’autorizzazione ESTA è associata al passaporto del richiedente per via informatica. È quindi indispensabile disporre di un passaporto biometrico o elettronico in corso di validità al momento della domanda di autorizzazione ESTA e al momento del proprio viaggio, ritorno incluso.

Se si soddisfa l’insieme delle condizioni sopraelencate è possibile effettuare da subito la propria domanda di autorizzazione ESTA. Da notare che tutti i viaggiatori, bambini inclusi, che desiderano andare a New York e, più generalmente, negli Stati Uniti, devono necessariamente disporre di un’autorizzazione ESTA o di un visto tradizionale.

Una volta ottenuta, l’autorizzazione ESTA è valida per due anni e può essere riutilizzata per effettuare altri viaggi a New York o altrove negli USA durante questo periodo.

 

Come effettuare la pratica amministrativa ESTA per recarsi a New York?

Per concludere, ecco alcuni consigli per svolgere con successo la pratica amministrativa relativa all’autorizzazione ESTA per andare a New York.

Per prima cosa, nonostante l’autorizzazione ESTA sia rilasciata entro massimo 72 ore, consigliamo di svolgere questa pratica alcune settimane prima della partenza per New York per mettersi al riparo da ogni eventualità come un rifiuto che necessiti di una nuova domanda o una richiesta di visto.

Prima di cominciare a compilare il modulo di domanda online sul nostro sito, è bene preparare il numero del proprio passaporto e, nel caso in cui si voglia effettuare una domanda di gruppo, di quelli degli altri eventuali viaggiatori. Bisogna ovviamente anche essere in grado di rispondere alle domande poste per conto degli accompagnatori. Ricordarsi di avere a disposizione la propria carta di credito o gli accessi al proprio conto Paypal per pagare le spese della domanda.

Potete ora cominciare a compilare il modulo di domanda di autorizzazione ESTA online lasciandovi semplicemente guidare attraverso i vari passaggi. Fate attenzione a non omettere nessuna domanda e a rispondere onestamente al formulario. Verificate con cura l’indirizzo e-mail che comunicherete perché è a questo indirizzo che vi sarà inviata la risposta alla domanda.

Una volta riempito il questionario, potrete verificare i dati inseriti prima di convalidare la domanda effettuando il relativo pagamento online. Troverete in questo sito un aiuto prezioso e completo in caso di difficoltà nel compilare il questionario.

Una volta accordata l’autorizzazione, non avrete altre pratiche amministrative da svolgere e potrete organizzare serenamente il vostro viaggio a destinazione New York. La vostra autorizzazione ESTA verrà infatti associata al vostro passaporto.

 

Quando si ottiene il documento ESTA?

In realtà la vostra autorizzazione ESTA non avrà la forma di un documento cartaceo. Riceverete semplicemente una risposta alla vostra domanda per mail entro un tempo massimo di 72 ore dopo la validazione della vostra domanda. Le autorità statunitensi verranno informate per via telematica di tale decisione così come la compagnia con cui viaggiate.

Sebbene non sia necessario stampare il vostra ESTA, vi consigliamo di farlo per conservare in un luogo sicuro il vostro numero di dossier per eventuali futuri viaggi a New York o negli Stati Uniti.

 

Ci vuole l’ESTA per un transito a New York?

Lo Stato di New York dispone non di uno ma di due aeroporti internazionali dai quali transitano o fanno scalo numerosi voli con destinazione finale in un altro paese. I viaggiatori che transitano per New York possono quindi chiedersi se anche nel loro caso sia necessario il documento ESTA.

Sebbene se non si soggiorni realmente a New York, il semplice fatto di atterrare sul suolo statunitense anche se per poche ore richiede un’autorizzazione di soggiorno. Questo vale sia per i transiti, anche rapidi, che non richiedono di lasciare l’aeroporto che per gli scali più lunghi che consentono una breve visita dei luoghi.

Per effettuare una domanda di autorizzazione ESTA nel caso di un transito o di uno scalo a New York bisogna seguire la stessa procedura che per una domanda di autorizzazione di soggiorno. È infatti sufficiente accedere al modulo presente nel nostro sito e riempirlo avendo a disposizione il proprio numero di passaporto e la carta di credito necessaria per coprire il costo del trasferimento e del trattamento della domanda. Si riceverà poi una risposta tramite e-mail entro 72 ore e non sarà necessario svolgere nessun’altra pratica perché l’autorizzazione sarà a quel punto collegata per via informatica al numero di passaporto. Per ottenere questa autorizzazione bisogna ovviamente soddisfare le varie condizioni elencate in precedenza e, in particolare, disporre di un passaporto elettronico o biometrico, che può cioè essere letto automaticamente da una macchina, valido al momento della domanda e per tutto il periodo del soggiorno. La nazionalità del richiedente, inoltre, deve far parte di quelle che permettono di accedere al dispositivo.

Se avete la fortuna di fare uno scalo sufficientemente lungo a New York, non esitate quindi a cogliere l’opportunità di fare salto a Manhattan e di visitare alcuni dei luoghi turistici più noti.

Fare la propria domanda ESTA